Quali sono le cause della caduta dei capelli e quali procedure di ripristino dei capelli sono disponibili?

Novembre 27, 2020 Non attivi di admin

L'alopecia androgenetica è la causa più comune di perdita di capelli sia negli uomini che nelle donne. Si stima che circa il 40% degli uomini avverta la calvizie all'età di 40 anni. Questa percentuale aumenta con l'aumentare dell'età. I modelli di perdita dei capelli sono spesso leggermente diversi tra i sessi. Gli uomini di solito iniziano a notare la calvizie lungo l'attaccatura dei capelli frontale che si allontana con l'avanzare dell'età e si approfondisce lungo la regione temporale. L'attaccatura dei capelli diventa più stretta e più alta con il tempo. La caduta dei capelli può essere localizzata solo nella regione frontale o coinvolgere anche la corona o la sommità della testa. Nelle donne, la caduta dei capelli può essere diffusa causando alopecia generalizzata o più localizzata nella regione frontale come negli uomini.

Nell'alopecia androgenetica, la caduta dei capelli non coinvolge l'area occipitale, la regione lungo la parte posteriore della testa tra le orecchie. I follicoli piliferi in quest'area sono resistenti alla caduta dei capelli e rimangono la fonte primaria di innesti utilizzati nella chirurgia del trapianto di capelli.

Mentre l'alopecia androgenetica causa la maggior parte dei casi di caduta dei capelli, è anche importante capire che la caduta dei capelli può avere molte altre cause. Esistono numerosi farmaci che causano la caduta dei capelli come effetto collaterale. Alcuni di loro includono medicinali per trattare la gotta, la depressione, l'ipertensione e lo squilibrio ormonale.

Le malattie mediche che causano la caduta dei capelli includono malattie della tiroide, anemia, carenza di proteine e carenze vitaminiche. La chemioterapia può causare una perdita di capelli temporanea o addirittura permanente. La perdita dei capelli può anche derivare da stress sottostante associato a una malattia cronica, febbre o traumi chirurgici, ma di solito è di durata temporanea.

Le patologie cutanee sottostanti che colpiscono il cuoio capelluto spesso provocano alopecia inclusa l'alopecia areata, l'alopecia cicatriziale e l'alopecia da trazione. Queste condizioni sono trattate al meglio da un dermatologo e possono provocare la correzione della calvizie.

Come possono i chirurghi plastici trattare la caduta dei capelli?

Pazienti che sono candidati ideali per chirurgia di ripristino dei capelli di solito hanno l'alopecia androgenetica e per il resto sono in buona salute. Le aree di caduta dei capelli dovrebbero essere limitate alla regione frontale e della corona. L'area donatrice dovrebbe anche essere relativamente densa con poche o nessuna cicatrice precedente da precedenti procedure di ripristino dei capelli. Le donne possono anche essere buone candidate chirurgiche se l'area dell'alopecia è localizzata rispetto a diffusa e assomiglia al modello di perdita negli uomini. I pazienti che prendono in considerazione un intervento di ripristino dei capelli devono avere aspettative realistiche per qualsiasi procedura cosmetica elettiva. Perdiamo quasi il 50% dei nostri capelli prima di notare la calvizie. La chirurgia di ripristino dei capelli può creare o ripristinare un'attaccatura frontale e aggiungere densità all'area della corona, ma di solito non restituirà l'attaccatura dei capelli di un paziente alla densità e alla forma che aveva una volta da adolescente. Ciò è semplicemente dovuto alla quantità limitata di follicoli donatori che sono disponibili lungo la parte posteriore della testa. Tuttavia, la maggior parte dei pazienti che sono buoni candidati per le procedure di trapianto di capelli sono molto soddisfatti dei risultati finali che appaiono naturali con la tecnologia odierna.

La tecnologia di ripristino dei capelli è migliorata drasticamente sin dal suo inizio negli anni '60. Il ripristino precoce dei capelli ha comportato l'asportazione di un'ampia porzione del cuoio capelluto con i suoi follicoli piliferi dalla parte posteriore della testa con un bisturi ed elettrocauterizzazione. Questo è stato chiamato il metodo FUT (trapianto di unità follicolari) che prevedeva l'asportazione di una striscia di cuoio capelluto divisa in unità di trapianto sempre più piccole che sono state infine trapiantate nelle aree calve del cuoio capelluto nella regione frontale e della corona. Il difetto creato nella parte posteriore della testa è stato chiuso con punti di sutura o graffette, spesso sotto tensione. Ciò spesso ha provocato un'ampia cicatrice con perdita di capelli circostante e intorpidimento permanente nel cuoio capelluto. I pazienti spesso lamentavano dolore e gonfiore significativi durante il processo di recupero che poteva richiedere diverse settimane.

Le tecniche attuali prevedono l'uso del metodo FUE (estrazione di unità follicolari) utilizzando dispositivi semiautomatici avanzati che estraggono i follicoli piliferi come singole unità utilizzando un piccolo punzone spesso inferiore a un millimetro di diametro. La procedura è molto meno invasiva rispetto al vecchio metodo FUT ed evita la necessità di suture. Il cuoio capelluto guarisce e nessuna cicatrice lineare viene creata nella parte posteriore della testa. La caduta dei capelli è ridotta al minimo perché non c'è tensione sul cuoio capelluto. I pazienti non avvertono disagio significativo, gonfiore prolungato o intorpidimento del cuoio capelluto permanente poiché questa procedura è molto meno invasiva. C'è anche una manipolazione minima dei follicoli piliferi, quindi la sopravvivenza dell'innesto è massimizzata. I tre dispositivi più comuni utilizzati per questa procedura sono Neograft, Smart Graft e Artas. Il dispositivo Neograft è stato utilizzato per il periodo di tempo più lungo di questi tre dispositivi. I risultati appaiono simili indipendentemente dal dispositivo utilizzato e dipendono maggiormente dall'esperienza del team rispetto al dispositivo.

Il ripristino dei capelli viene generalmente eseguito in un ufficio in anestesia locale con sedazione orale in alcuni casi. Se l'attaccatura dei capelli frontale deve essere sottoposta a trapianto di capelli, viene prestata molta attenzione a progettare l'attaccatura in modo naturale e appropriato all'età. Spesso è utile per i pazienti portare con sé foto dei loro volti degli anni precedenti per valutare la forma e la posizione dell'attaccatura dei capelli in modo che il risultato finale sia completamente naturale e non rilevabile. I capelli lungo la parte posteriore della testa vengono rasati con un tagliacapelli e l'anestesia locale viene iniettata nel cuoio capelluto. Il dispositivo FUE viene utilizzato per raccogliere i follicoli piliferi che vengono immagazzinati prima del trapianto. Dopo che gli innesti sono stati raccolti, l'anestesia locale viene applicata al cuoio capelluto calvo dove verranno impiantati gli innesti. Piccole fessure saranno praticate nel cuoio capelluto con un ago o un bisturi in preparazione per il posizionamento dei follicoli piliferi. I follicoli piliferi vengono posizionati individualmente nel cuoio capelluto a mano con piccole pinze. L'uso di un ago o di un bisturi per creare questi siti riceventi per il posizionamento degli innesti di capelli evita cicatrici evidenti.

Al termine della procedura di restauro dei capelli, una leggera medicazione viene applicata durante la notte e il giorno successivo il paziente viene visto in studio per rimuoverlo e ispezionare il cuoio capelluto e gli innesti. Di solito non sono necessarie altre medicazioni. Di solito c'è un minimo disagio e gonfiore del cuoio capelluto dopo il ripristino dei capelli FUE e la maggior parte dei pazienti assumerà farmaci per il dolore orale per alcuni giorni dopo la procedura. La maggior parte dei pazienti decolla una settimana dal lavoro. Possono tornare all'esercizio fisico leggero entro due settimane e tutte le attività fisiche entro un mese. Ci sono spesso piccole croste alla base dei trapianti di capelli che cadranno entro sette-dieci giorni dopo la procedura.

Quali risultati dovrebbero aspettarsi i pazienti dopo il ripristino dei capelli?

I piccoli peli associati a ciascun innesto di capelli di solito cadono entro poche settimane dal trapianto e iniziano a crescere a circa tre mesi. I risultati finali verranno visualizzati entro 12-18 mesi dalla procedura. I pazienti che sono candidati per un ulteriore ripristino dei capelli per aumentare la densità dovrebbero attendere almeno 1-2 anni dopo la procedura iniziale per evitare danni ai follicoli piliferi esistenti. Si raccomanda inoltre che la maggior parte dei pazienti sottoposti a trapianto di capelli inizi la terapia di mantenimento con Rogaine e Finasteride poiché gli studi indicano che il 70-80% dei pazienti stabilizzerà la caduta dei capelli se questi farmaci vengono continuati quotidianamente.

Chi è un buon candidato per il restauro dei capelli?

I pazienti con perdita di capelli che sono candidati adatti per il restauro dei capelli sono generalmente molto soddisfatti del risultato estetico di questa procedura. A differenza di altre procedure estetiche, i risultati di un trapianto di capelli di successo sono permanenti poiché i follicoli piliferi trapiantati continueranno a crescere per tutta la vita del paziente. I risultati dovrebbero apparire molto naturali e non rilevabili agli altri.

Quanto costa in genere il ripristino dei capelli?

Il costo delle procedure di ripristino dei capelli dipende dall'esperienza e dall'abilità della pratica. Le pratiche che dedicano tempo e risorse significative al restauro dei capelli di solito hanno il maggior volume di casi e la maggiore esperienza. In generale, i costi di ripristino dei capelli si basano sul numero di innesti necessari per ogni particolare paziente. I costi variano da $ 6000 per i casi piccoli, $ 10.000 per i casi di medie dimensioni e da $ 12.000 a $ 15.000 per i casi di grandi dimensioni. I casi piccoli sono generalmente 1.000 innesti o meno, i casi medi sono 1.500 innesti e i casi grandi sono 2.000 innesti o più.

Chi è più adatto per eseguire le procedure di ripristino dei capelli?

I chirurghi plastici sono ideali per eseguire il restauro dei capelli. La formazione in chirurgia plastica prevede almeno sei anni di formazione chirurgica dopo la scuola di medicina che include la chirurgia del cuoio capelluto e dei capelli in procedure cosmetiche ricostruttive complesse ed elettive. I chirurghi plastici sviluppano abilità microchirurgiche durante la loro formazione che sono risorse che si trasferiscono al restauro dei capelli. I chirurghi plastici sviluppano competenze speciali nell'arte e nella scienza dell'estetica che sono vitali per creare un'attaccatura dei capelli giovane ma naturale. I chirurghi plastici sono sempre stati all'avanguardia della tecnologia e dell'innovazione in tutti i settori della chirurgia plastica estetica che include il restauro dei capelli. Molti dei dispositivi FUE semiautomatici come Neograft sono utilizzati da chirurghi plastici certificati da bordo in tutto il paese.